consulentefidato.it

Articoli recenti

Il “VACBOT” Vuototecnica per fiere, show-room e open house dei propri partner commerciali

Vuototecnica partecipa sempre con entusiasmo alle fiere nazionali e internazionali, di persona o tramite i suoi distributori partner in tutto il mondo.

Le fiere possono essere infatti l’occasione per far vedere ai clienti, dal vivo, le soluzioni sviluppate dai progettisti Vuototecnica e le potenzialità dei prodotti.

Nel video vedete l’Universal Robot (simpaticamente ribattezzato VACBOT) attrezzato con mani di presa stampate grazie alla nuovissima tecnologia additiva con stampante 3D, che Vuototecnica mette a disposizione dei propri partner per gli eventi fieristici e gli open house.

Come potete notare, svolge diversi compiti con superfici e oggetti molto differenti in quanto a forma, peso e consistenza, adattandosi agli item da prelevare. Si tratta di uno strumento di grande attrazione che ha già riscontrato un ottimo successo in diverse fiere.

Se siete curiosi e volete saperne di più sul robot e le mani di presa personalizzate in 3D o sui prossimi eventi fieristici, contattate lo staff Vuototecnica.

Manipolare tubolari in acciaio inox in totale sicurezza

La manipolazione di tubolari in acciaio inox di centinaia di chili, come quelli che vedete nel video, può essere molto complessa, sia perché esiste la necessità di adattarsi a diversi diametri e pesi, sia perché c’è bisogno di una costanza nella portata del vuoto, anche in caso di blackout improvvisi della linea elettrica.

7_083Vuototecnica ha risolto i problemi dei suoi clienti grazie all’utilizzo di un depressore di sicurezza con due pompe in grado di mantenere costante la portata e il grado di vuoto in ogni momento.

Inoltre le elettrovalvole a tre vie bistabili, installate per ogni gruppo di ventose a soffietto, permettono la continua comunicazione tra il serbatoio del depressore e le ventose, sostenendo il carico anche nel caso in cui manchi improvvisamente la corrente.

Le ventose a soffietto, infine, presentano un mantice rinforzato e un labirinto d’appoggio interno che, una volta che la ventosa viene schiacciata sotto l’azione del vuoto, riescono a garantire una stabilità senza pari nella presa del tubolare.

4_026-1_051

Per saperne di più sui prodotti, scaricate il catalogo Vacuum solutions.

Soluzioni Vuototecnica per il settore ferroviario

Nel video potete vedere un impianto del vuoto studiato da Vuototecnica per il settore ferroviario, ripreso in azione durante la fase di testing.

Tra pochi giorni questo impianto verrà applicato su una macchina automatica con lo scopo di adiuvare il deposito e il prelievo delle traversine ferroviarie e sarà in grado di mantenere la sua funzione e la sua efficacia anche sul campo.

Le ventose in gomma spugna 08 220 10 OF infatti manipolano con grande stabilità e in tutta sicurezza le traversine in cemento, adattandosi alle asperità e alle irregolarità della superficie, senza essere influenzate dalla presenza di acqua o residui di sporco e detriti.

Inoltre il depressore di vuoto, grazie al suo serbatoio, è capace di garantire la giusta portata di aspirazione alle ventose, mentre l’elettrovalvola bistabile assicura la presa del carico anche in caso di blackout e mancanza di corrente (il polmone del vuoto rimane sempre in comunicazione con le ventose!).
Questa è una risorsa molto utile soprattutto quando si lavora all’esterno, sulla linea ferroviaria, dove gli agenti atmosferici possono mettere a dura prova gli impianti di corrente.

Infine il filtro a sifone è stato posto sulla linea di distribuzione del vuoto per trattenere l’eventuale acqua aspirata durante il sollevamento di traversine bagnate e sporche. Un ulteriore accorgimento che renderà il lavoro più semplice agli operai e alle ditte.

 

Per saperne di più: www.vuototecnica.net

 

Vuototecnica al Cibus Tec di Parma

Dal 25 al 28 ottobre si rinnova l’appuntamento con Cibus Tec a Parma.

cibustec-2016

Troverete Vuototecnica allo stand del distributore partner FIP, Forniture Industriali Parmensi: una partnership che dura da oltre 25 anni nella zona di Parma e Reggio Emilia.

Al Cibus Tec, saranno presentate le soluzioni Vuototecnica nel settore alimentare: movimentazione e manipolazione di prodotti nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, pompe per vuoto, sistemi di presa per il prelievo di confezioni e prodotti sfusi (flow-pack, pallet, pick&place di dolciumi), e le ventose BEC Bernoulli senza contatto, per la presa di piccolo prodotti da forno friabili.

L’appuntamento è al pad. 3 – St. F 032

Vuototecnica vi aspetta in Germania e in Polonia

Settembre si chiude per Vuototecnica con due appuntamenti molto importanti, in Polonia e in Germania.

taropack-fachpack

Dal 26 al 29 settembre sarà presente alla fiera TAROPAK di Poznań, presso lo stand del distributore FUUTONLAB (stand 60, padiglione 3A).
Se invece preferite l’appuntamento tedesco, potete trovare le ultime novità Vuototecnica al FachPack 2016, che si terrà a Norimberga, dal 27 al 29 settembre. Il distributore MF Automation GmbH ospiterà le applicazioni dei prodotti e vi accoglierà per presentarvi le ultime soluzioni messe a punto dallo staff (stand 3-106, padiglione 3).

Per saperne di più sulle ultime novità che saranno presentate in fiera: www.vuototecnica.net

Presa di lamiere di diverso formato senza perdite di vuoto… e di tempo

Nel video che segue vedete in azione un traslatore a ventose, in asservimento a una macchina punzonatrice per lo scarico delle lamiere tagliate.

Potete notare che, nonostante il cambio formato delle lamiere, non ci sono intoppi, e la flessibilità operativa è garantita.

Le ventose Vuototecnica infatti hanno una tenuta perfetta e si attivano soltanto quando sono effettivamente in appoggio sulla lamiera.

2_096Questo perché sono collegate a dei portaventose con valvole autoescludenti incorporate, le quali, in mancanza dell’oggetto da manipolare, sono in grado di chiudere automaticamente ed ermeticamente la sezione d’aspirazione della ventosa, permettendo in questo modo che il flusso di portata della fonte del vuoto si concentri sulle sole ventose in presa, senza, tra l’altro, abbassamenti indesiderati del grado di vuoto.

I portaventose con tastatore meccanico sul mercato svolgono la stessa funzione ma hanno un difetto: potrebbero attivare l’aspirazione anche quando malauguratamente la ventosa si appoggiasse in prossimità di un foro o di un taglio della lamiera; comportando una perdita di aria sul circuito del vuoto principale.

I portaventose con valvole autoescludenti Vuototecnica invece non permettono una simile eventualità e sono molto più efficienti. Senza perdite di vuoto… e di tempo.

Per saperne di più, contattate i progettisti Vuototecnica.

Velocità incredibili nella presa e nel rilascio di tessere ceramiche

A fine settembre, a Rimini, si terrà la fiera Tecnoargilla e uno dei nostri clienti presenterà il robot che vedete all’opera nel video, che si occupa della realizzazione di mosaici ceramici.

Sul robot sono stati montati generatori di vuoto FVG di Vuototecnica e ventose 08 30 24 A. Un connubio vincente, per velocizzare tempi di presa e rilascio da parte del robot.

generatorifvgL’eiettore FVG (Fast Vacuum Generator) garantisce flessibilità e affidabilità nella presa e lo fa, come potete notare, a velocità incredibili.

FVG è molto leggero e compatto, semplice da installare e ha una grande capacità di portata d’aspirazione, ragioni per cui il cliente ha deciso di adottarlo.

Su FVG esiste in più la possibilità di un sistema escludibile, per la generazione di un contro soffio all’interno della ventosa all’atto del rilascio del particolare da manipolare.

083024_lowLa ventosa 08 30 24 A montata assicura massima stabilità di presa della tessera ceramica, grazie al suo labirinto d’appoggio interno che aiuta anche a limitare il volume interno della ventosa, minimizzando così i tempi di svuotamento.

Per saperne di più, visitate www.vuototecnica.net

Oppure partecipate alla fiera di Rimini per vederli in azione dal vivo.

Italia: settore della robotica in crescita

robot-export-italia

Secondo l’associazione Ucimu, dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione, l’industria italiana della robotica ha fatto registrare nel 2015 una crescita positiva, con l’1,5% in più rispetto al 2014, per un valore di 528 milioni di euro.

La sola produzione di robot è cresciuta del 4% e l’area applicativa predominante si è confermata quella della manipolazione, che trascina tutto il comparto, vendendo moltissimo anche all’estero.

Un risultato che stimola i produttori di robot e di sistemi di presa a continuare in questa direzione.

Vuototecnica da sempre si impegna per garantire sistemi di presa con il vuoto adatti a ogni applicazione industriale per i produttori di robot e macchine industriali.

Per conoscere i prodotti di punta: www.vuototecnica.net

Produzione di pasta: mantenere il grado di vuoto costante all’interno della matrice d’estrusione

Nel video potete vedere in azione una macchina industriale che impasta ed estrude la pasta.

Sulla macchina è installato un riduttore di vuoto Vuototecnica che ha la capacità di mantenere il vuoto in maniera costante, a seconda delle esigenze, all’interno della matrice d’estrusione.

3_019In questo modo la pasta fuoriesce compatta, senza bolle d’aria e ben coesa alla matrice che le dà la forma.

Il cliente può stabilire anticipatamente il vuoto ideale per l’estrusione, a seconda delle tipologie di impasti generati. E il tutto senza bisogno di immettere aria nel circuito primario della pompa per il vuoto che opererà quindi sempre al massimo grado di vuoto.

Vuototecnica è pioniere in Italia nella produzione di riduttori di vuoto e ne produce di diversi tipi: con regolazione manuale, per basso grado di vuoto e i riduttori con regolazione pneumatica, che si possono installare anche in un luogo lontano dal punto di controllo e funzionano tramite un regolatore di pressione sul quadro comandi.

Il vuoto è mantenuto costante dai riduttori Vuototecnica anche quando sono presenti oscillazioni della pompa o del depressore; l’aria atmosferica non entra mai nei circuiti e si evitano così produzioni deformate dalla troppa depressione.

Per conoscere tutti i modelli è possibile sfogliare il catalogo.

 

 

Vuototecnica per la robotica industriale: i prodotti di punta

I produttori di robot sanno che per adattarsi alla grande varietà di compiti richiesti in ambito industriale non basta produrre corpi macchina veloci, con poco ingombro e flessibili, bisogna anche che garantiscano un’ottima presa degli oggetti da manipolare.

Vuototecnica permette la massima efficienza in questo campo, grazie all’applicazione del vuoto ai robot. Consideriamo insieme i prodotti di punta e vi esortiamo a contattare gli ingegneri Vuototecnica per avere un maggiore sostegno riguardo al vostro campo applicativo.

Iniziamo con i generatori di vuoto Vuototecnica, che si contraddistinguono per la loro leggerezza e compattezza, e per un facile assemblaggio, direttamente sulla macchina.

Ipack-Ima_18È il caso, ad esempio, del FVG (Fast Vacuum Generator), perfetto a bordo dei piccoli flexible picker. FVG permette infatti la presa e il rilascio ad altissima frequenza e può generare al bisogno un contro soffio all’interno della ventosa all’atto del rilascio.

Per applicazioni che richiedono un’alta frequenza di presa e rilascio e al tempo stesso precisione massima, i cilindri a vuoto Vuototecnica permettono una presa stabile e sono i più apprezzati dagli integratori di robot Delta perché compensano in modo automatico le differenti altezze degli oggetti da prelevare: funzione fondamentale per chi deve movimentare piccoli oggetti nel minor tempo possibile.

Cosa succede, invece, quando abbiamo a che fare con superfici inclinate o abbiamo bisogno di roteare alcuni particolari? Per manipolare superfici curve o sagomate, quali le carrozzerie delle auto o particolari plastici stampati, i giunti a snodo posizionabili Vuototecnica (GSV e GSVF) ricreano la flessibilità del corpo umano, consentendo di ruotare la ventosa installata di 360 gradi e di inclinarla sul proprio asse fino a 35 gradi per adattarla e bloccarla correttamente rispetto alla superficie di presa dell’oggetto da prelevare. Sono consigliati sulle pinze di presa e su tutti gli EOAT (End of arm tooling) dove ci sia la necessità di adattamento della ventosa a superfici convesse, concave o sagomate.

Robot-giunti

Vuototecnica garantisce la durata nel tempo dei componenti e la facile manutenzione. Tutti i prodotti permettono un grande risparmio energetico e sono realizzati in materiali di ottima qualità. Per saperne di più: www.vuototecnica.net