Le elettrovalvole per vuoto 3/2 bistabili di Vuototecnica

0
128

In tutti i casi in cui si ha a che fare con il vuoto, per uno scambio agevole tra l’aspirazione della pompa per vuoto e l’immissione dell’aria nel circuito c’è bisogno di elettrovalvole che permettano di creare il vuoto e ripristinare la pressione atmosferica quando serve e che si dimostrino affidabili in diversi campi ed eventualità. Anche nel caso in cui, improvvisamente, si verificasse un black out.

Le elettrovalvole per vuoto 3/2 bistabili di Vuototecnica sono state progettate per mantenere la propria posizione di commutazione anche in mancanza di corrente elettrica e sono quindi un ottimo scudo di sicurezza per mantenere sempre il grado di vuoto nelle ventose in presa, al bisogno, evitando perdite di carico.

Nel catalogo Vuototecnica sono disponibili tre famiglie di elettrovalvole per vuoto 3/2 bistabili.

La serie 07..51 si distingue perché oltre a mantenere la posizione di commutazione in mancanza di corrente può farlo anche nel caso in cui venisse meno al servopilota automatico la pressione (ad es. se si dovesse disgraziatamente tranciare il tubo di alimentazione dell’aria compressa del pilotaggio.). La valvola rimarrebbe nell’ultima posizione selezionata (commutata aperta o chiusa).

Soprattutto in alcune applicazioni è fondamentale che sia così. Pensate, ad esempio ai paranchi di sollevamento con carichi sospesi alle ventose e ai danni che si verificherebbero se il carico venisse a un certo punto lasciato andare.

Vuototecnica ha pensato a tutto: le elettrovalvole bistabili garantirebbero il mantenimento del vuoto all’interno delle ventose, mantenendole in comunicazione con il serbatoio in vuoto di un depressore elettrico o di un depressore pneumatico.

Una buona alternativa a questa prima famiglia di elettrovalvole è la serie 07 .. 53. Sono sempre elettrovalvole pilotate pneumaticamente ma il principio di bistabilità è garantito dalla valvola di pilotaggio pneumatico a basso assorbimento grazie a cui l’elettrovalvola cambia di posizione, aperta o chiusa, solo quando riceve un segnale elettrico con polarità inversa a quello iniziale (ad es. positivo/negativo per aprire; negativo/positivo per chiudere). Il risultato sul carico in mancanza di corrente è lo stesso ma si tratta in questo caso di una soluzione più compatta, che non ha bisogno di una doppia bobina di pilotaggio, e che dunque puà essere utile in particolari casi in cui non ci sia molto spazio a disposizione.

Infine la serie 07..63 sfrutta lo stesso principio di funzionamento della serie precedente, con segnale elettrico con polarità inversa, ma le elettrovalvole di questa famiglia non hanno bisogno di aria compressa per essere pilotate. Sono servo-assistite tramite vuoto, cioè pilotate tramite il vuoto generato dalla pompa aspirante, in tutta sicurezza. Utilissime quindi quando non c’è la possibilità di garantire aria compressa di pilotaggio, ad esempio su caricatori o scaricatori a ventose.

Tutte le elettrovalvole Vuototecnica sono costruite con materiali di qualità, fatte per durare, ed è sempre possibile richiedere la consulenza dei progettisti Vuototecnica per conoscere quale serie è più adatta a un certo tipo di applicazione.

Per saperne di più sul mondo delle valvole e delle elettrovalvole Vuototecnica scarica il catalogo Vacuum Solution su www.vuototecnica.net

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.