Octopus di Vuototecnica si fa compatto e leggero

0
687

Quando vi sia l’esigenza di cicliche di manipolazione molto rapide di piccoli oggetti con i flexpicker robot , c’è bisogno di pinze e mani di presa a depressione che si adattino ai formati richiesti.

Nel video vedete in azione il piano di presa a depressione Octopus di Vuototecnica, nella versione speciale SO DO 10X. È di forma rotonda e di piccole dimensioni (diametro 100 mm) ma, come potete notare, garantisce gli stessi vantaggi delle altre soluzioni Octopus.

Il suo piano di presa spugnoso si adatta in maniera perfetta alla consistenza e alla forma dei guanti e la cosa più interessante è che non c’è bisogno di riposizionare le ventose anche quando la superficie dei prodotti da prendere occupi solo il 5% del piano aspirante.

I sistemi di presa a depressione Octopus possono operare verticalmente, orizzontalmente, inclinati e persino sottosopra rispetto al piano di presa degli oggetti e sono prodotti in materiali resistenti e a bassa manutenzione, come l’alluminio anodizzato.

A bordo macchina viene installato un eiettore multistadio a basso consumo d’aria per una rapida generazione di vuoto tramite una semplice valvola per aria compressa gestita dal cliente.

Vuototecnica realizza teste su misura anche per i singoli pezzi, per limitare il peso sono disponibili anche versioni in materiale plastico (Pom). Si prevede la massima personalizzazione, in base alle necessità del cliente.

Per saperne di più, contattate i progettisti Vuototecnica: www.vuototecnica.net

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.